CHI SIAMO | INDIRIZZO | SCRIVICI | SEGUICI SU social facebook box blue 24social twitter box blue 24google  smallvimeo-logoFlickr-Logo

La Shoah: Testimonianza di Nedo Fiano

Hot
CA
16868   1   1   0   0   0
La Shoah: Testimonianza di Nedo Fiano

Documenti multimediali

Periodo della testimonianza:
Genere del video/audio:
Testimone/i:
Nedo Fiano
Data dell'intervista:
2001

Nedo Fiano, nato il 22 aprile 1925, al momento della promulgazione delle leggi razziali viveva a Firenze. Venne arrestato da italiani il 6 febbraio del 1944, rinchiuso nel carcere di Firenze, quindi da lì condotto al campo di Fossoli. Deportato ad Auschwitz il 16 maggio del 1944 assieme alla sua famiglia (11 persone in tutto), fu l’unico superstite. Fu liberato a Buchenwald, dove le SS in fuga lo avevano trasferito alla fine della guerra.

L'intervista a Nedo Fiano fa parte di uno dei tre moduli riuniti nello speciale dedicato a "La Guerra e la Svizzera". In questo speciale sono dedicate al tema della Shoah una serie di unità didattiche.

«Ciò che ha connotato tutta la mia vita è stata la mia deportazione nei campi di sterminio nazisti. Con me ad Auschwitz finì tutta la mia famiglia, vennero sterminati tutti. A diciotto anni sono rimasto orfano e quest’esperienza così devastante ha fatto di me un uomo diverso, un testimone per tutta la vita».

Dalla testimonianza di Nedo Fiano

 

Fiano ha raccolto i ricordi della sua famiglia e della sua esperienza nel libro "A 5405, il coraggio di vivere", edito nel 2003. Nel titolo, il numero che porta tatuato sul corpo, segno indelebile nella memoria, quella stessa memoria che si impegna da decenni a trasmettere, in particolare alle giovani generazioni. Ma nel testo appare anche quel "coraggio di vivere" che, tornato nella sua Firenze, riesce a raccogliere per poter costruire una nuova famiglia e per sostenere il doloroso ruolo di testimone della Shoah. Laureatosi all'università Bocconi, Fiano ha svolto la professione di manager, ha tenuto conferenze e curato diverse pubblicazioni sul tema dell'Olocausto. Consulente di Roberto Benigni nel film "La vita è bella", è intervenuto più volte in tv.

Quello di Nedo Fiano appare un messaggio sofferto ma fortemente radicato nel rispetto per la vita, quella vita portata avanti ancora e nonostante tutto, riempita con la ricerca del dialogo e della testimonianza. Una spinta costante, orientata con convinzione al racconto delle pagine drammatiche degli anni bui del nostro passato prossimo, come a dire che se il cuore dell'umanità trasuda lacrime e se la realtà della violenza supera ogni possibile immaginazione, una strada percorribile non è quella della disperazione, ma della irrinunciabile difesa della dignità dell'uomo e della cultura dei popoli.

Download Name Play Size Duration
No items to display

 

Powered by JReviews

Atis - Informazioni generali

L'Atis, Associazione ticinese insegnanti di storia, è nata il 2 ottobre 2003 con l'obiettivo di riunire i docenti di storia della Svizzera italiana di tutti i gradi di scuola.

L'Associazione promuove la riflessione e il dibattito sull'insegnamento della storia e sulle diverse correnti storiografiche.

Difende la professionalità dell'insegnante di storia nell'ambito di una scuola sempre più messa sotto pressione dalle esigenze di una società dominata dalle leggi del rendimento economico.

§§

Abbiamo 216 visitatori e nessun utente online