fbpx

CHI SIAMO | INDIRIZZO | SCRIVICI | SEGUICI SU social facebook box blue 24social twitter box blue 24google  smallvimeo-logoFlickr-Logo

Download details

La stregoneria, sopravvivenza di una religione precristiana La stregoneria, sopravvivenza di una religione precristiana HOT

La chiesa completò l'opera di cristianizzazione dell'Europa facendo sparire ogni traccia di religione pagana. La sua azione fu condotta attraverso la repressione, distruggendo i luoghi di culto pagani, oppure più abilmente innalzando negli stessi luoghi una chiesa con le reliquie di un santo. In un libro del 1921 la studiosa inglese Margaret Murray ha invece sostenuto che la stregoneria deve essere messa in relazione con un culto precristiano, sopravvissuto in aree marginali dell'Europa ben oltre l'anno Mille, e poi riscoperto dagli inquisitori del XV secolo e dai giudici del XVI e XVII. Le streghe non erano una creazione dell'ignoranza di chi le denunciava e le condannava, ma esistevano davvero. Le loro confessioni, spesso autentiche, venivano però fraintese e interpretate in termini di patto col diavolo: esse erano invece la prova della sopravvivenza degli antichi culti della fertilità.
Dopo aver goduto a lungo di grande prestigio, le tesi della Murray sono state abbandonate. Resta indimostrabile la continuità dei culti della fertilità; ma soprattutto non sono di origine popolare gli elementi che costituiscono l'aspetto "satanista" del fenomeno stregoneria: il patto col diavolo, i voli notturni, il sabba, i rapporti sessuali con Satana. Tutto ciò è invece il risultato di una elaborazione "dotta" dei teologi giunta a compimento nel XVI secolo.

Information
Created 26-08-2012
Changed
Version
Size 40 KB
Rating
(0 votes)
Created by Comitato Atis
Changed by
Downloads 1.283
License
Price

Atis - Informazioni generali

L'Atis, Associazione ticinese insegnanti di storia, è nata il 2 ottobre 2003 con l'obiettivo di riunire i docenti di storia della Svizzera italiana di tutti i gradi di scuola.

L'Associazione promuove la riflessione e il dibattito sull'insegnamento della storia e sulle diverse correnti storiografiche.

Difende la professionalità dell'insegnante di storia nell'ambito di una scuola sempre più messa sotto pressione dalle esigenze di una società dominata dalle leggi del rendimento economico.

§§